Prestiti Forze Armate

Ogni anno sono tantissime le persone che si rivolgono a banche e finanziarie per richiedere un prestito. Data la situazione economica attuale è molto difficile avere fondi immediati a disposizione per portare avanti un nuovo progetto: che sia un auto nuova, una nuova casa o qualunque altro progetto che sta particolarmente a cuore.

Per i dipendenti pubblici e in particolare gli appartenenti alle forze armate alcuni istituti di credito e finanziari mettono a disposizione delle soluzioni di prestito pensate appositamente per loro.

Gli appartenenti alle forze armate e alle forze dell’ordine sono da sempre una delle categorie più sensibili agli aspetti e ai vantaggi legati a convenzioni stipulate tra il proprio organo e le società che offrono servizi. Tra questi c’è sicuramente anche il settore dei prestiti con diversi istituti che da anni offrono soluzioni a tariffe agevolate.

Prestiti Forze Armate: chi può richiederli

I prestiti delle forze armate possono essere richiesti da tutti gli appartenenti ad un corpo militare, quindi esercito, marina e aeronautica, carabinieri, polizia, guardia di finanza e vigili del fuoco indipendentemente dalla loro età contributiva.

Essendo considerati dipendenti statali, sono una delle categorie preferite dalle banche. Il motivo è molto semplice: in virtù di un contratto statale a tempo indeterminato e della certezza di uno stipendio fisso ogni mese proveniente da un ente pubblico, le banche hanno un rischio bassissimo di non poter rientrare dal credito.

Sono due le tipologie di prestito che i militari e le forze dell’ordine possono richiedere: cessione del quinto o prestito personale anche senza garante.

Con la cessione del quinto, le rate mensili che non potranno superare 1/5 dello stipendio saranno prelevate automaticamente dalla busta paga. Non ci sarà la preoccupazione di dover gestire mensilmente il pagamento. Questo perché è direttamente il datore di lavoro, in questo caso lo Stato, ad occuparsi del rimborso.

Se invece l’idea di vedersi decurtare automaticamente l’importo della rata alla fonte non piace, allora si può optare per il prestitopersonale, dove sarà il soggetto beneficiario ad occuparsi di pagare le rate mensilmente.

Prestiti Forze Armate: vantaggi

Gli appartenenti alle forze armate hanno notevoli vantaggi quando richiedono dei prestiti. Innanzitutto hanno l’opportunità di accedere a delle offerte riservate che li mettono in una condizione di vantaggiosità.

I tassi d’interesse sono convenienti alla luce di convenzioni stipulate con gli enti così come anche i costi accessori sono ridotti rispetto ad un prestito richiesto da una persona normale. Ed infine la velocità di erogazione.

Per gli appartenenti alle forze armate la prassi per vedersi approvato un prestito e la successiva erogazione è a quanto pare più veloce perché gli istituti di credito hanno da fare poche ricerche su di loro avendo la certezza di uno stipendio erogato ogni mese.

Migliori offerte di Prestiti Forze Armate

COFIDIS

Cofidis (Sito Ufficiale), uno degli istituti di credito più solidi in Europa offre prestiti personalizzati per dipendenti statali e pensionati in convenzione INPS.

Il prestito è caratterizzato da rate mensili trattenute direttamente dallo stipendio o dalla pensione.

L’importo massimo erogabile è di 75.000€ con un TAN fisso e una rata costante per tutta la durata dell’ammortamento così da sapere sempre quanto pagare.

BNL

Si tratta di una delle banche più attive nel proporre prestiti agevolati per dipendenti pubblici e appartenenti alle forze armate.

Interessante è quella proposta tramite la formula della cessione del quinto che promette un importo massimo finanziabile fino a 104.000€, rateizzazione del prestito fino a 120 mesi, tasso fisso al 5,19% per tutto l’intero periodo di rimborso, velocità di erogazione e copertura assicurativa sulla vita e sul rischio perdita d’ impiego a carico di BNL Finance.

INTESA SANPAOLO

Intesa Sanpaolo propone PerTe Prestito Dipendenti Pubblici riservato a dipendenti statali compresi gli appartenenti alle forze dell’ordine.

L’importo massimo erogabile è 80.000€ con un piano di rimborso fino a 10 anni, nessuna spesa d’istruttoria e nessuna commissione per il pagamento delle rate.

Il tasso è fisso per tutta la durata del rimborso e oltre allo stipendio non è richiesta alcuna garanzia ulteriore.

Un esempio? prestito di 10.000 euro con una rata di 162 euro al mese con un TAN al 4,95% e un TAEG al 5,13%.

COMPASS

Compass, appartenente al gruppo Mediobanca offre a dipendenti statali prestiti agevolati tramite la modalità della cessione del quinto.

L’importo è personalizzabile fino a 75.000€, nessuna garanzia ulteriore oltre allo stipendio, rimborso leggero fino a 10 anni in piccole comode rate. Rate che sono fisse e costanti per tutta la durata del finanziamento.

La modalità cessione del quinto libera dagli impegni di dover provvedere ogni mese al pagamento della rata, visto che il rimborso sarà gestito direttamente dal datore di lavoro.