Prestiti per casalinghe

Sei alla ricerca di informazioni sui prestiti per casalinghe? Nessun problema, continua a leggere questo articolo e scoprirai se puoi chiedere un prestito anche se sei casalinga, quanto puoi chiedere e quali sono le migliori finanziarie a cui fare domanda.

Prestiti per casalinghe, guida 2020

I prestiti per casalinghe sono dei prestiti atipici (o per disoccupati), nel senso che il richiedente non è un lavoratore nel senso classico del termine (autonomo o dipendente), e anche per questo motivo le opportunità di riuscire a trovare un finanziamento non sono molte.

Leggi anche il nostro articolo su Piccoli Prestiti Per Disoccupati: Come Ottenerli Senza Intoppi.

Vediamo tuttavia come si può provare a presentare domanda e che alternative ci sono nel caso in cui si venga rifiutati.

Come presentare domanda

Le garanzie

La prima cosa fondamentale è fornire delle garanzie che possano aiutare la banca o la finanziaria a dire di sì.

Il fatto che la casalinga non abbia un reddito certamente non aiuta, dunque se il marito, o un figlio, si proponessero come garanti (o fideiussori, è la stessa cosa) allora le possibilità di avere il prestito potrebbero essere maggiori.

Allo stesso modo, se la casalinga ha una casa di proprietà che affitta, potrebbe chiedere all’istituto di credito se l’introito mensile dell’affitto può essere considerato valido per rimborsare le rate.

Piccoli importi

Per forza di cose, i prestiti per le casalinghe sono di piccoli importi.

Dato che non si hanno grandi garanzie, e anche quelle che si hanno sono “indirette”, si possono chiedere solo somme piccole, come 500, 1.000 o 1.500 euro al massimo.

Ogni agenzia finanziaria, ovviamente, decide per sé e dunque le condizioni possono essere diverse.

Anche per questo si può provare a chiedere un preventivo ad agenzie come Confronta Prestito (sito ufficiale) e vedere se c’è qualcosa che fa al caso proprio.

Prestiti tra privati

I prestiti tra privati sono una soluzione che si può prendere in considerazione.

Ci sono delle agenzie di prestiti tra privati come Younited Credit (click per il sito ufficiale) che si occupano di far incontrare chi ha bisogno di un prestito e chi, invece, ha del denaro da voler prestare.

Questi prestiti possono essere una buona scelta perché sono solitamente fuori dal circuito classico bancario e quindi possono offrire maggiori alternative e possibilità (anche se ovviamente anche loro hanno delle regole da seguire).

Migliori banche e finanziarie per casalinghe 2020

  • Confronta Prestito, un’agenzia finanziaria a cui si può provare a fare domanda;
  • Prestito Postepay, è un piccolo prestito che le Poste Italiane concedono a chi ha una Postepay Evolution. A partire da 1.000 euro e fino a 3.000 euro, si può rimborsare in 22 rate al massimo;
  • PerTe Prestito in Tasca di Intesa Sanpaolo, una linea di credito fino a 500 euro da restituire con rate di 43 euro al mese (massimo 12 mesi per la durata del rimborso);
  • Minicredito di Compass, altra linea di fido che permette di avere fino a 1.500 € da rimborsare con delle rate mensili;

Alternative ai prestiti per casalinghe

Tra le alternative ai prestiti per le casalinghe troviamo le carte di credito revolving.

Si tratta di carte di credito che vengono rilasciate dalle banche e che mettono a disposizione di chi la possiede un fido bancario di alcune migliaia di euro (solitamente fino a 2.000 o 3.000) a cui si può fare ricorso quando si ha bisogno.

Se si paga qualcosa con la carta di credito revolving, la somma pagata viene detratta dal budget mensile (detto plafond).

Entro alcuni giorni dalla fine del mese bisognerà ripagare le somme usate in precedenza, e per farlo si potrà optare per:

  • pagarle tutte in una sola volta, in questo caso non si pagheranno interessi;
  • pagarle a rate, in questo caso si pagheranno gli interessi.

Devi considerare che anche per ottenere una carta di credito revolving bisogna comunque fornire delle garanzie, perché si tratta pur sempre di un prestito (tecnicamente parliamo di fido), quindi anche in questo caso potrebbe esserci bisogno di avere delle garanzie.

Conviene chiedere dei prestiti per casalinghe?

Per rispondere a questa domanda bisogna capire la propria necessità di denaro.

Si ha assolutamente bisogno di quel denaro in prestito, o si può fare altrimenti?

Questo perché i prestiti per le casalinghe hanno mediamente dei tassi di interesse più alti rispetto ai classici prestiti personali. Anche le carte di credito revolving hanno dei tassi di interesse particolarmente alti, solitamente ben più elevati rispetto ai classici prestiti.

Tuttavia, maggiori sono le garanzie e più alte sono anche le probabilità di trovare dei prestiti più convenienti.